venerdì 2 febbraio 2018

SU UNA CRITICA INDISCRIMINATA AI DOCENTI ITALIANI

Ieri mattina  la rubrica  di Radio 3 “Tutta la città ne parla” aveva come tema la rivoluzione digitale e i timori che essa suscita. Verso la fine della trasmissione è stato intervistato Giuseppe Màcino, che insegna biotecnologia e bioinformatica alla Sapienza di Roma e fa parte della Fondazione “I Lincei per la scuola”, che opera per promuovere una più stretta integrazione della cultura scientifica con quella umanistica, soprattutto attraverso un'attività di aggiornamento degli insegnanti. Il professor Màcino però, anziché spiegare in che modo la Fondazione lavora e quali sono le sue proposte didattiche, si è dedicato a giudizi liquidatori sulla classe insegnante, ancora oggi ostaggio, a suo dire, della più bieca cultura nozionistica. Di qui la mia lettera. (AR)

Gentile Professor Macino,
questa mattina mi è capitato di ascoltarla nella trasmissione “Tutta la città ne parla” a proposito del non facile rapporto tra cultura umanistica e cultura scientifica nel nostro paese. L’iniziativa della Fondazione “I Lincei per la scuola”, che di questo si occupa, è certamente meritoria, ma la sua opinione sugli insegnanti italiani, più volte ribadita durante la trasmissione, è semplicemente stupefacente.  La sua diagnosi è che gli studenti italiani sono in balia di ottusi nozionisti, preoccupati solo di imbottire di nomi e date le teste dei malcapitati allievi, chiamati esclusivamente a imparare a memoria le conoscenze che gli vengono somministrate.  E come si dovrebbe invece insegnare? Bisognerebbe insegnare ai ragazzi il ragionamento! Cioè a capire, per esempio le motivazioni economiche che stanno a monte  di una guerra, di comprendere cioè  i meccanismi che muovono gli eventi. Viene da chiedersi: “ Ma come mai non ci abbiamo pensato prima?”. Fuor di ironia: davvero Lei pensa che la maggioranza dei docenti italiani ancora oggi non abbia maturato la convinzione che lo scopo principale della scuola è quello di insegnare a ragionare, cioè a elaborare e a mettere in rapporto le conoscenze (peraltro indispensabili)? Temo, gentile Professore, che Lei  concepisca la sua funzione di aggiornatore secondo uno schema mentale  purtroppo ricorrente negli “esperti” che si rivolgono agli insegnanti, ai quali si chiede di fare tabula rasa della propria esperienza professionale e convertirsi a nuove idee, o presunte tali. C’è sicuramente nella scuola una percentuale di docenti inadeguati, così come ci sono all’università.  Ma ci sono anche tantissimi insegnanti dalla cui competenza ed esperienza didattica anche molti aggiornatori, mi perdoni la battuta, potrebbero imparare qualcosa.
Grazie della sua attenzione, un cordiale saluto.

Andrea Ragazzini
Gruppo di Firenze
per la scuola del merito
e della responsabilità


Link per ascoltare l’intervista al professor Màcino: http://bit.ly/2DWPsue (andare al minuto 38)

13 commenti:

VV ha detto...



Su la Stampa di oggi ( a proposito della collega accoltellata al volto da un allievo diciassettenne ) ciò che da sempre sosteniamo, con fermezza e con forza. Latitanti, come sempre, nella difesa della dignità e del lavoro dei docenti gli apparati sindacali

....E’ vero che ci sono professori (in minuscolo) che usano i vantaggi di legge per prendere lo stipendio senza andare a scuola. Ma la maggioranza dei Professori sono eroi.
Antonella Boralevi

Vishnu ha detto...

Brava!

Papik.f ha detto...

Val la pena di leggere questo contributo. Sostiene quello che anche il GdF afferma da tempo:
"L’unica forma di ‘meritocrazia’ davvero indispensabile consiste nell’essere in grado di stigmatizzare efficacemente ed eventualmente punire i ‘free riders’, gli opportunisti neghittosi che, all’ombra del contributo dei più, si scavano nicchie di nullafacenza."

https://www.roars.it/online/questa-eccellenza-che-mi-sta-in-cagnesco-in-critica-di-una-retorica-vuota-e-controproducente

Anonimo ha detto...

Proclamo che senza alcuni miei straordinari docenti, provenendo io da famiglia umile e poco colta (ma amante dei libri), non avrei mai conosciuto Omero, Platone e Leopardi; non ne avrei fatto una ragione di vita; non avrei la bella carriera che ho adesso. Ricca di soddisfazioni, nonostante un ministero di idioti.
RR

Lucia.R ha detto...

Diversi anni fa,nella scuola dove era preside V V,mio figlio fu picchiato all' uscita di scuola da un mio allievo al quale avevo messo un nota disciplinare.Quello che mi fece più male fù vedere mio figlio che non era più orgoglioso della professione di sua madre. Era vissuto fino da piccolo con l'idea che la mamma lavorasse in mezzo a ragazzi carini e affettuosi.Si era sbagliato.

Lucia.R. ha detto...

Avevo scritto inizialmente e' poi sostituito da fu.Mi e'scappato un errore a dimostrazione che la cosa mi brucia ancora.

Anonimo ha detto...

La scorsa settimana un 14enne in classe con mio figlio si è spaccato le nocche colpendo il muro con un pugno. Non ha sopportato un rimprovero.
La prossima volta spaccherà la faccia all'insegnante?
RR

Emilio ha detto...

Sì, lo farà e sarà perdonato perché solo il perdono costruisce. Punire rende più cattivi e lo fanno solo genitori ed educatori malvagi. Aggiornatevi cari fanatici.

Anonimo ha detto...

Anche oggi insegnante malmenato con prognosi di 30 giorni.Avanti così!

Anonimo ha detto...

Il perdono rende impuniti e trionfanti.
RR

Theresa williams ha detto...

Ciao, sono Theresa Williams Dopo essere stata in relazione con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro ma tutto era invano, lo volevo tanto indietro a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho chiesto tutto, ho fatto delle promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema alla mia amica e lei mi ha suggerito di contattare un incantatore che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro ma io sono il tipo che non ha mai creduto nell'incantesimo, non ho avuto altra scelta che provarlo, io mail il mago, e lui mi ha detto che non c'era problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, il mio esempio tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era circa 4:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto è che era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva che tornassi da lui, che mi amasse così tanto. Ero così felice e sono andato da lui che è così che abbiamo iniziato a vivere felici insieme di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosca che ha un problema relazionale, sarei di aiuto a tale persona riferendomi all'unico e potente incantatore che mi ha aiutato con il mio problema. email: {drogunduspellcaster@gmail.com} puoi inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nella tua relazione o in qualsiasi altro caso.

1) Incantesimi d'amore
2) Incantesimi d'amore perduti
3) Incantesimi di divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) Incantesimo vincolante.
6) Incantesimi di rottura
7) Bandire un amante passato
8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / incantesimo della Lotteria
9) perché per soddisfare il tuo amante
Contatta questo grande uomo se hai qualche problema per una soluzione duratura
attraverso {drogunduspellcaster@gmail.com}

Maria ha detto...

Applausi ad Andrea Ragazzini per la sua lettera. In tema di "aggiornatori" con una prospettiva distorta (per scarsa intelligenza o mala fede?), a me è capitato di sentir affermare da una relatrice neuropsichiatra, in un corso di aggiornamento per insegnanti,che tutti gli studenti sono motivati ad apprendere, per cui se non apprendono la responsabilità del loro insuccesso è degli insegnanti che non hanno saputo essere efficaci! Bell'esempio di ipocrisia, eh?

Tortora Giuseppe ha detto...

Ciao
Hai bisogno di un prestito? di quanto hai bisogno e per quanto tempo ti aspetti di rimborsare questo importo?
- Il tasso di interesse generale è pari al 2% dell'importo del prestito.
- L'importo del prestito è compreso tra 2.000 e 500.000 euro
- Il periodo di rimborso massimo è compreso tra 0 e 20 anni

In attesa di leggere al seguente indirizzo: tortoragiuseppe54@gmail.com

Ecco il nostro numero per raggiungerci tramite Whatsapp
+33756857346

Cordiali saluti